Animali Fantastici 2, tutti i problemi del nuovo film


I crimini di Grindelwald è un successo al botteghino ma sono in molti a notare cose che non vanno in questo secondo capitolo. ATTENZIONE: spoiler sulla trama

ATTENZIONE: possibili spoiler su
Animali fantastici: I crimini di Grindelwald

Come era facile da aspettarsi, Animali fantastici: I crimini di Grindelwald, il secondo capitolo nella nuova saga magica all’interno del Wizarding World di JK Rowling, sta avendo un successo notevole al botteghino, arrivando al primo posto sia negli Stati Uniti sia in Italia. Eppure le critiche non sembrano essere altrettanto entusiaste, parlando di una pellicola che getta ombre sull’intera franchise, e anche molti fan stanno reagendo in queste ore segnalando scelte che all’interno del film stesso non funzionano, talvolta arrivando anche a contraddire le storie già pubblicate dalla scrittrice (che qui è anche sceneggiatrice e produttrice) nei libri di Harry Potter o sul sito ufficiale Pottermore.

Alcuni giudizi critici in generale sottolineano come la trama raccontata sia da una parte poco fondamentale, considerandola come una storia di passaggio un po’ debole dato che mancano ancora tre film; dall’altra però sarebbe fin troppo convoluta, soprattutto quando a un certo punto si spiega il destino di Corvus Lestrange Jr. Secondo altri il focus della saga si sta spostando eccessivamente dal magizoologo Newt che era al centro del primo capitolo a uno scontro fra Albus Silente e appunto Grindelwald.

Ma ci sono anche errori di tipo fattuale che stupiscono considerando la notoria precisione di Rowling nel costruire un universo narrativo coerente. Già prima dell’uscito del film, con la diffusione del primo trailer, molti erano insorti in quanto si vedevano dei personaggi materializzarsi nell’area adiacente a Hogwarts, fatto impossibile stando ai precedenti racconti dell’autrice. Per di più in alcune scene del film vediamo il personaggio della professoressa Minerva McGrannit: altra presenza contraddittoria, dato che la vicenda è ambientata nel 1927 mentre precedenti resoconti ufficiali la volevano nata nel 1935.

Ma incongruenze deriverebbero anche dalla rivelazione finale (grande spoiler!): l’obscuriale Credence non sarebbe infatti il fratello perduto di Leta Lestrange, bensì un fratello sconosciuto di Albus, ovvero Aurelius Silente. Nel primo film si dice che il ragazzo è diciottenne, quindi nato nel 1908, eppure la madre di Silente sarebbe morta nel 1899 in seguito alla perdita di controllo dei poteri da parte della figlia Ariana (fra l’altro, a complicare le cose, il marito Percival si trovava ad Azkaban già dal 1890). Non incongruenze da poco, dunque, ma che forse Rowling, col suo solito ingegno, spiegherà in modo magistrale con ulteriori colpi di scena. Altrimenti ci saranno sicuramente fan in tutto il mondo pronti a bacchettarla.


Fonte: WIRED.it


"Bel negozio con una marea di accessori x animali. Noi andiamo x la toelettatura della nostra cagnolina. Prezzi giusti e titolare Elisa simpaticissima!"

- Alessandro G.

"MaGNIFICO!  Elisa la proprietaria del negozio é stata gentile e la gatta tra le sue mani era un'amore...fate un regalo ai vostri pelosetti provatelo!"

- Francesca L.

"Ho fatto tostare il mio barboncino freccia di 4 anni e ha fatto un bellissimo lavoro  veramente soddisfatto.
GRAZIE  ELISA"

- Roberto G.

Animalia di Elisa

Scarica l'App

Scarica l'app e
scrivici subito in chat!

 

 

 Possiamo aiutarti?