Una raccolta fondi per spedire le ceneri del gatto Pikachu nello Spazio


Si tratterà del primo volo spaziale delle ceneri di un gatto in un contenitore a bordo di un satellite. Il piccolo Pikachu, morto nel gennaio 2019 a causa del diabete, andrà in orbita intorno alla Terra. A fornire supporto tecnico l'impresa Celestis, che ha già inviato nello spazio le ceneri di due cani

(foto: GoFundMe/LovingPikach/© Steve Munt)

Bisogna amare molto gli animali domestici e l’astronomia per decidere di inviare nello Spazio le ceneri del proprio gatto dopo la sua scomparsa. È quanto accaduto negli Stati Uniti, in Oregon, dove Steve Munt, proprietario del gatto Pikachu, ha deciso di inviare le ceneri del micio, morto a causa di complicanze del diabete, in orbita intorno alla Terra. E per farlo, Munt ha fondato una pagina dedicata su GoFundme, una piattaforma di raccolta fondi per cause sociali e umanitarie che riguardano persone (o in questo caso animali) che ci stanno a cuore – la pagina su GoFundMe in questione si chiama LovingPikachu. Ecco cosa è successo.

Nel gennaio 2018, il gatto Pikachu, un bel soriano arancione ha ricevuto la diagnosi di diabete e, nonostante le cure, dopo un anno, nel gennaio 2019, è deceduto per complicanze della malattia. Ma il suo padrone ha deciso di inviare le sue ceneri nello Spazio, intorno alla Terra. A fornire il supporto tecnico per l’impresa è l’azienda americana Celestis, che offre voli spaziali commemorativi anche agli esseri umani, dedicati a chi vuole inviare le ceneri dei propri cari nello spazio. I costi nel caso dei pet sono di 5mila dollari e Steve Munt fino al 25 aprile 2019 ha raccolto circa 1.500 dollari, come racconta un articolo su Space.com. Una volta ottenuta la cifra necessaria, un piccolo contenitore con le ceneri di Pikachu verrà caricato all’interno di un satellite che verrà lanciato in orbita nei prossimi 18 mesi.

Si tratterà dei primi resti di un gatto nello Spazio, anche se in assoluto non è il primo animale le cui ceneri vanno in orbita: Celestis ha già spedito le ceneri di due cani, Apollo e Laika, molto amati dai loro padroni. “Desidero che Pikachu sia il primo [gatto ndr]”, sottolinea a Space.com Steve Munt, “che continui il suo viaggio come esploratore e che mostri al mondo che un gatto è altrettanto meritevole di un tributo speciale quanto un cane”.

La storia del gatto Pikachu è diventata virale e seguita da moltissimi fan sui social che aspettano di sapere come andrà a finire l’ultimo viaggio del piccolo felino. La popolarità del micio può servire non solo per compiere questa piccola impresa spaziale, ma anche per aiutare la gattina Zee, amica di Pikachu, che necessita di cure costose – qui tutta la storia, già sono stati spesi circa 60mila euro per curarla – per un trapianto di rene. Ammalata dal 2014, le chance di sopravvivenza al momento della diagnosi erano del 5%. Qui nell’immagine Zee insieme a Pikachu.

(foto: GoFundMe/lovingZee/SteveMunt)

Ma come avverrà il trasporto? Il contenitore, come rende noto Celestispets, resterà in orbita intorno alla Terra dove fino al rientro in atmosfera del mezzo spaziale, vaporizzando nello Spazio, senza alcun rischio di danno, le ceneri del gatto, come avviene con i pezzetti di una stella cadente. Oltre che intorno alla Terra, in generale le ceneri possono essere spedite sulla Luna, come è avvenuto per l’astronomo statunitense Gene Shoemaker, scopritore insieme alla moglie Carolyn S. Shoemaker e a David Levy della Cometa Shoemaker-Levy 9, scomparso nel 1997. Le ceneri dello scienziato sono state spedite sulla luna attraverso la missione Lunar Prospector della Nasa nel 1998. Ma le ceneri possono anche essere spedite in un viaggio di sola andata nello spazio profondo, come spiega l’azienda Celestispets, dove i resti di nessun animale o essere umano sono mai arrivate.


Fonte: WIRED.it


"Bel negozio con una marea di accessori x animali. Noi andiamo x la toelettatura della nostra cagnolina. Prezzi giusti e titolare Elisa simpaticissima!"

- Alessandro G.

"MaGNIFICO! Elisa la proprietaria del negozio é stata gentile e la gatta tra le sue mani era un'amore...fate un regalo ai vostri pelosetti provatelo!"

- Francesca L.

"Ho fatto tostare il mio barboncino freccia di 4 anni e ha fatto un bellissimo lavoro veramente soddisfatto.
GRAZIE ELISA"

- Roberto G.

Animalia di Elisa

Scarica l'App

 Possiamo aiutarti?